venerdì 7 settembre 2018

Viste le ripetute amarezze...

...che mi ha provocato l'istituzione, sia nella sua incarnazione centrale sia in quella locale, desidero togliermi un sassolino dalla scarpa e scrivere cose che altrimenti non avrei mai scritto.

Io ed i miei collaboratori abbiamo appena ricevuto l'accettazione di un articolo sulle Communications of the ACM. Una delle riviste informatiche più prestigiose al mondo. Viene pubblicata dal 1958 (61 anni). L'articolo è un "viewpoint" (articolo breve che descrive "opinions and views that pertain to issues of broad interest to the computing community") e non un full research paper. E' comunque una grandissima soddisfazione perché il processo di revisione è estremamente selettivo e rigoroso.

Tanto per avere un'idea, ogni mese vengono pubblicati solo 2 viewpoint. Alcuni mesi 1, talvolta nessuno.

Nel 2018 sono stati pubblicati solo 2 viewpoint su temi di sicurezza informatica, come il nostro. Gli autori erano (i link sono alle pagine Wikipedia degli autori):
  • Eugene Spafford (Professor of computer science at Purdue University)
  • Fred Schneider (Samuel B. Eckert Professor of Computer Science and chair of the at Cornell University computer science department).
Tra gli autori degli altri viewpoint del 2018:
  • Harold Lawson (ACM, IEEE, and INCOSE Fellow, IEEE Charles Babbage Computer Pioneer, and INCOSE Systems Engineering Pioneer)
  • Margaret Martonosi (ACM Fellow, H.T. Adams '35 Professor of Computer Science and the Director of the Keller Center for Innovation in Engineering Education at Princeton University)
  • Sheldon Jacobson (Founder Professor in Computer Science at the University of Illinois at Urbana-Champaign)
  • Stephen Wicker (Professor of Electrical and Computer Engineering at Cornell University and a Fellow of the IEEE)
  • Shane Greenstein (Martin Marshall Professor of Business Administration and co-chair of the HBS Digital Initiative at Harvard University),
  • Illah Nourbakhsh (Professor of Robotics at The Robotics Institute, Carnegie Mellon University)
  • Julia Hirschberg (Percy K. and Vida L. W. Hudson Professor of Computer Science and Chair of the Computer Science Department at Columbia University).
Lungi da me (e dai miei collaboratori) l'intenzione di confrontarci con persone di questo calibro: al loro confronto noi siamo dei dilettanti. Comunque, ripeto, dopo le ripetute amarezze che mi ha provocato l'istituzione ci tenevo a fare questo post.



Posta un commento